Home > Danubio Dolce Senza Burro

Danubio Dolce Senza Burro

23 Dicembre 2020

di Federica Constantini

Danubio Dolce Senza Burro
  • bassa
  • 10 min
  • 30 min
  • 8

Introduzione

Il Danubio Dolce Senza Burro è un dolce lievitato facile da fare perfetto se avete voglia di una colazione e merenda soffice dal profumo casalingo.

Questa versione risulta molto più leggera e digeribile rispetto alla classica ed è molto versatile in quanto potete farcire le palline a seconda dei vostri gusti con cioccolato oppure marmellata.

Il Danubio è un dolce molto conviviale in quanto si compone da diverse palline. Una ricetta perfetta per i bambini e per condividere una colazione o merenda in famiglia.

Vi consiglio di mangiarlo tiepido per godervi al meglio la sua morbidezza!

Se non avete la planetaria potete realizzare l’impasto anche a mano!

Ingredienti

  • 240 g Farina tipo 1
  • 120 g Eritritolo oppure zucchero di canna
  • 120 g Yogurt greco
  • 5 g Lievito di birra fresco
  • 50 g Latte vaccino o vegetale
  • 1 Uovo
  • 100 g Cioccolato Fondente

Preparazione

  1. Mettete nella ciotola della planetaria tutti gli ingredienti.

  2. Impastate fino a quando l’impasto sarà ben incordato.

  3. Lasciate l’impasto nella ciotola, coprite con la pellicola e lasciate lievitare in un luogo caldo fino al raddoppio. Ci vorranno circa 2 ore.

  4. Sgonfiate l’impasto e dividetelo in sette pezzi. Date una forma a pallina ad ogni pezzetto di impasto e inserite all’interno un pezzetto di cioccolato.

  5. Mettete le palline in una tortiera da 22 cm e lasciate lievitare fino al raddoppio. Ci vorrà circa un’ora e mezza.

  6. Spennellate le palline con un uovo sbattuto e infornate a 180 gradi in forno statico per 30 minuti. Spolverate con lo zucchero a velo e servite!

Conservazione

Potete conservare il Danubio Dolce Senza Burro sotto una campana di vetro oppure avvolto nella pellicola.

Consigli

Se usate il lievito di birra secco ne serviranno 2 g.

Se siete intolleranti al lattosio potete utilizzare lo yogurt di soia al posto di quello greco.